La ristrutturazione di un rustico. Il living.

 Siamo nel rustico di cui sto seguendo la ristrutturazione. qui vi avevo già scritto della cucina. Questo invece sarà il living. Un stanza ampia con affaccio sul portico esterno.

La parete alla quale accostare il divano è quella confinate con il vano scala da una parte ed un piccolo vano sottoscala recuperato come ripostiglio. La parete impone degli allineamenti: ai lati infatti le due porte hanno voltino a quota differente.

Li ho risolti usando colore per amalgamare e porte filomuro che scompaiono. Il risultato è una tela uniforme sulla quale intervenire.

Il colore scelto per la parete è lo stesso utilizzato per la cucina. Un denso blu acciaio perfetto per il pavimento esistente in cotto rosato.

Con i quadri ho creato allineamenti virtuali. Li ho disposti su un’immaginario asse cartesiano, usando cornici diverse, per dimensione e colore, bianche, nere e legno naturale.

Ho combinato tra loro soggetti astratti, disegni grafici e stampe di opere d’arte, con passpartout per guadagnare profondità. 

Di bellissimi su Desenio, The Poster Club, Euro Posters

Per i cuscini righe e tessuti operati in tinte sature, colori primari e complementari o ton sur ton.

Come sempre il resto è un gioco di equilibrio e armonia.

 

Gli arredi proposti. Divano Ghost di Gervasoni, tavolini Occasional Table LTR di Vitra, una vezzosa poltroncina di recupero da rivestire in velluto porpora, una seduta in legno e in paglia di Vienna, tappeto Acquerello di Natuzzi. La lampada da terra Cord di Design House Stockholm o Blei di Mondo Arredamento.

 

progetto e disegni hom&co.it – don’t copy without permission

pubblicato su www.casafacile.it qui