progetto interni. monolocale.

Gli ambienti piccoli non devono essere riempiti ma organizzati.

QUESTI SONO 26 MQ E DIVENTERANNO UN MONOLOCALE DA AFFITTARE.

Nella pianta che trovate di seguito le linee rosse rappresentano le partizioni che definiranno gli spazi. Ho evitato di sovrapporre le varie attività cioè tavolo uso pranzo/studio, divano/letto ecc., ad ogni angolo ho dato la propria funzione per favorire un uso dell’alloggio più comodo, pratico ed ordinato. Gli ambienti godranno di luce e aerazione naturale. Il bagno sarà dotato di aspirazione forzata (le tubazioni utilizzeranno il controsoffitto, che sarà realizzato nel disimpegno, per avere collegamento con l’esterno).

 

Nello spazio giorno.

Ho esagerato con il colore. Un verde polveroso abbinato a tocchi di rosso e di giallo. Non è un mix usuale, anzi, di solito è evitato. Ma questo schema cromatico così acceso domina e sottrae attenzione alle superfici ridotte del monolocale.

La cucina. Da realizzare su disegno. Una base in cui collocare in ordine, frigor, lavello e sottolavello, fuochi (sotto potrà essere inserito il forno) e un vano con apertura verso l’alto. Una lunga mensola dove sistemare tenendo in vista.  

La nicchia TV attrezzata e contenitiva. Il tavolo pranzo 80×80 su misura. La parete se lasciata bianca darà spazio. Se tinta di verde, di questo verde polveroso, lo spazio lo raccoglierà. La luce naturale detterà comunque la scelta definitiva.

Il divano. Sedute con contenitore e cuscini schienale, è Vallentuna di Ikea, così come il tappeto a pelo corto Langsted. Cuscini decorativi Hay, Marimekko, Hartô, Design Letters.

disegni e testo hom&co.it –  don’t copy without permission