Design. PLASTIC CHAIR anno 1950

ho deciso di riordinare quel mucchio informe di ritagli, fotocopie, pagine di riviste, post it, appunti fatti di corsa sul primo foglio sotto mano, che al momento invade il lato sinistro della mia scrivania. Li sotto sono intrappolati gli oggetti di design che ho incrociato in questi anni, quelli che mi piaccio, quelli che propongo nei miei progetti e quelli che, ahimè, al momento continuano solo a rimanere nella mia wishlist. lo faccio qui, riassumendoli con qualche mio schizzo in una raccolta.

Comincio con un progetto dei coniugi Eames.

Si chiamava inizialmente “Fiberglass chair” ed era prodotta in resina poliestere rinforzata con fibra di vetro. Oggi è iper imitata dai brand low cost ma l’originale è di Vitra, in polipropilene.

Le mie preferite. DSW snella, senza braccioli, con base in legno e montanti in acciaio tubolare. Color Basalto.

RAR, La versione a dondolo con guscio completo di braccioli, fili in acciaio cromato intrecciato per la base e pattini in acero massello.

 E’ semplice. E per questo ancora più piacevole, elegante e senza tempo. La seduta poi è decisamente comoda. Trovo che sappia risolvere qualsiasi ambiente, dando carattere formale o più spiritoso a seconda delle necessità.

Qui il catalogo dove trovare  tutti i modelli, le gamme di colori, i componenti e le combinazioni possibili.

testo ed disegni hom&co.it – don’t copy without permission