VIGNETTE – Appunti di Interior Design – Pagina 4

 

Cos’è una VIGNETTE

Una VIGNETTE è una combinazione curata di oggetti, su tavoli, mobili, mensole, comodini, in grado di attirare l’attenzione. Si può spaziare tra i ricordi, tra le cose a cui si è affezionati, pezzi di design, vintage, lampade ma anche tra gli oggetti di uso quotidiano. Attraverso accostamenti provati e ripensati si deve trovare il ritmo giusto della composizione, quello che riesce a far scatenare il senso di meraviglia.

Le VIGNETTE vengono realizzate durante gli styling ed i servizi fotografici d’interni ma sono anche la giusta tecnica per scegliere e disporre gli oggetti in casa.

Dieci cose da non dimenticare.

1. RAGGRUPPARE. Oggetti diversi che abbiano però sempre qualcosa in comune, tonalità, forma o texture. Quindi elementi simili e coerenti tra loro. Se si vuole stupire aggiungere un elemento a sorpresa, fuori dal coro, che catturi lo sguardo. Sui piani di appoggio gli oggetti stanno bene anche raccolti su un vassoio o su una base.

2. COLLEZIONARE. Si possono disporre le collezioni. Di vasi, bottiglie, tazze, scatole, foto, quadri o di oggetti che si amano 

3. LIBRI E RIVISTE. Accostare i libri in verticale oppure sovrapporli in orizzontale uno sull’altro. Raggrupparli per dimensione e colore. Utilizzarli anche come piedistalli sui quali appoggiare gli oggetti. I libri fotografici possono essere lasciati aperti, sul tavolo di fronte al divano, a mostrare una bella foto. Impilare le riviste sulle mensole o raggrupparle in ceste.

4. ELEMENTI NATURALI.  Utilizzarli per trasmettere accoglienza e benessere. Piante, fiori, rami decorativi, piccoli tesori.

5. LAMPADE. Quelle di design perchè valorizzano sempre con le loro forme uniche.

6. DETTAGLI D’ARTE. Piccole statue e sculture in forme essenziali o più ricche secondo il giusto, da scegliere secondo lo stile della stanza.

7. COMBINARE. ALTEZZE. Accostare pezzi di altezza differente per dare spontaneità.Si deve creare una sorta triangolo immaginario, un oggetto alto, uno basso nella parte opposta ed oggetti più piccoli nel centro. TEXTURE. Elementi lucidi accostati ad opachi. Grezzi a più raffinati. Ceramica e Legno, vetro e metallo.

8. DARE PROFONDITA’. Alternare forma, dimensione e posizione. Non disporre mai in linea retta.

9. NUMERO DISPARI. Comporre sempre in numero dispari. Su qualsiasi piano di appoggio. L’equilibrio è maggiore.

10. TOGLIERE.  Lasciare spazi vuoti. Aiuta a far riposare lo sguardo e a rendere la composizione accattivante. Quando si pensa di averla terminata è bene allontanarsi per guardarla nell’insieme per capire se qualcosa va spostato e ciò che va tolto. 

foto e testo hom&co.it –  don’t copy without permission